Xi Jinping alla vigilia della sua visita in Italia

Alla vigilia della sua visita di Stato in Italia, il presidente cinese Xi Jinping ha affermato, con una sua lettera al Corriere della Sera, che “La grande storia degli incontri tra Oriente e Occidente  un nuovo capitolo per l’amicizia tra Italia e Cina”.

Il Leader ha dichiarato che la Cina e l’Italia rappresentano, rispettivamente, emblema della civiltà orientale e occidentale dando atto che entrambe hanno contribuito significativamente alla storia della civiltà umana. I rapporti bilaterali tra Cina e Italia, iniziati nel 1970 e nel 2020 ne celebreremo il cinquantesimo anniversario. A prescindere da quali vicende abbiano interessato la scena internazionale, i due Paesi sono stati un esempio di cooperazione di mutuo vantaggio basata su fiducia reciproca nonché una forte collaborazione in diversi campi. La tradizionale amicizia tra Italia e Cina è solida ed ha trovato sempre spunti rinnovarsi.

Il Presidente Cinese afferma che, insieme con l’Italia, il progetto Belt and Road, dando forza attraverso i rispettivi aspetti storici, culturali e geografici che caratterizza i due Paesi. La strategia si fonda sull’idea di collegare la One Belt One Road ai progetti italiani di “costruzione dei porti del Nord” e investire in Italia in settori come la marina, l’aeronautica, l’aerospazio e la cultura.

La collaborazione prosegue ad ampio spettro e sarà coinvolgente rispetto ad ampi temi di carattere Umanistico culturale sino a prevedere anche il gemellaggio tra i diversi siti dell’Unesco sparsi tra Cina e Italia.

Ma la collaborazione che intende avviare la Cina riguarda anche il coordinamento sull’agenda internazionale e in seno alle organizzazioni multilaterali. La Cina è disponibile a consolidare le sinergie con l’Italia in seno alle Nazioni Unite, al G20, all’ASEM e all’Organizzazione Mondiale del Commercio su tematiche come la governance globale, il mutamento climatico, la riforma dell’Onu e del WTO e altre questioni rilevanti, al fine di tutelare gli interessi comuni, promuovere il libero scambio e il multilateralismo e proteggere la pace e la stabilità mondiale e consentire uno sviluppo fiorente.

Xi Jinping, ripercorrendo la storia degli ultimi 50, afferma che i rapporti sino-italiani hanno radici profonde e hanno già ottenuto numerosi risultati. La nuova era della cooperazione sino-italiana ha un futuro roseo e prospettive di sviluppo ampie. “Il popolo cinese è ansioso di unire le forze con gli amici italiani per coltivare insieme il terreno dei rapporti bilaterali e far sì che possa giungere a una nuova e più ricca fioritura e che l’amicizia tra Cina e Italia possa rinnovarsi costantemente.”

Precedente Il PD fa notizia e aggancia i 5 Stelle Successivo L'Italia è chiamata a crescere. Stime OCSE